You are here:
pennelli o rulli

Pennelli e rulli: come sceglierli

Se avete deciso di pitturare gli interni della vostra abitazione ma non sapete orientarvi tra pennelli e rulli, questo articolo fa al caso vostro. Infatti, illustreremo la soluzione migliore e i consigli per effettuare una scelta corretta in base alle vostre esigenze, oltre a tutto ciò che c’è da sapere per un’ottima pulizia.

Pitturare casa con il pennello: i vantaggi e le tipologie

Sebbene sia un lavoro estremamente più lungo rispetto a quello con il rullo, utilizzare un pennello per dipingere le pareti di casa vostra vi consentirà di ottenere un risultato eccezionale ed evitare problemi. Infatti, utilizzare un pennello vi permetterà di stender la vernice in modo omogeneo, evitando punti vuoti e riducendo la formazione di strati più spessi di vernice.
Affinché il risultato finale sia soddisfacente è necessario che i pennelli utilizzati siano di ottima qualità, così che non perdano i peli durante la stesura della vernice o che sgocciolino. In particolare, i pennelli per pitturare possono essere divisi in:

  • pennellesse, adatti per dipingere pareti molto grandi;
  • pennelli di medie dimensioni;
  • pennelli belle arti, ideali per gli angoli e per i lavori molto precisi;
  • pennelli per termosifoni, che rappresentano la scelta adatta per verniciare questi strumenti.

Ancora, è possibile effettuare una classificazione basandoci sulla tipologia di vernice che avete deciso di utilizzare. Ad esempio:

  • pennelli realizzati in setola, per idropitture;
  • pennelli realizzati in setola mista, ideali per gli smalti;
  • pennelli realizzati in setola sintetica, adatti per qualsiasi tipologia di pittura.

Pitturare casa con il rullo: i vantaggi e le tipologie

Nonostante pitturare le pareti della vostra casa rappresenti la soluzione più rapida, molto spesso può causare dei problemi. Infatti, può capitare che crei uno spessore maggiore di vernice in certi punti e che non sia particolarmente indicato per rifinire gli angoli. Tuttavia, è la scelta indicata se si desidera dipingere le pareti in alto o il soffitto, poiché permette di risparmiare tempo e fatica. Per ottenere un risultato ottimale è bene utilizzare anche l’apposita retina per lo sgocciolamento, in modo che non coli durante l’applicazione della vernice alle pareti.
Le caratteristiche principali da valutare prima di acquistare un rullo sono la tipologia di fibre, la loro lunghezza e il tipo di vernice che desiderate utilizzare. In particolare, il manicotto può essere realizzato con fibre sintetiche, che sono indicate per la stesura della pittura acrilica; ancora, il manicotto può essere in fibra mista, ideale per stendere il solvente. Infine, possiamo acquistare un manicotto in fibra naturale, che è l’ideale per ogni tipologia di pittura.
Naturalmente, è bene scegliere un rullo adatto a seconda di ciò che dobbiamo dipingere:

  • per mobili e porte è indicato un rullo realizzato in fibra sintetica, possibilmente di 5 millimetri;
  • per soffitte e pareti l’ideale è un rullo in fibre antigoccia, di circa 12 millimetri;
  • una parete liscia necessita di un rullo dotato di un doppio strato di circa 10 millimetri;
  • infine, per le pareti esterne è consigliato utilizzare un rullo per pliotite, dallo spessore di circa 20 millimetri per evitare di rovinare la fibra.

Pitturare casa: consigli per pulire rulli e pennelli

Per pulire i pennelli da pittura è consigliato lavarlo accuratamente al fine di rimuovere tutta la vernice presente: se per verniciare hai utilizzato un solvente è buona abitudine pulire il pennello con acquaragia e lasciarlo in ammollo un paio d’ore. Ancora, è consigliato asciugarlo con della carta di giornale e bloccare le setole con un elastico per evitare che si arriccino.
Invece, per pulire un rullo dopo il suo utilizzo è bene lavarlo subito prima che la vernice si secchi e lasciarlo asciugare appendendolo al muro.

condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram