You are here:
bagno e antimuffa

Dipingere cucina e bagno? Usa l’antimuffa

Solitamente il bagno e la cucina sono le stanze più soggette alla comparsa della muffa. Questo accade perché, in linea di massima, non godono di ampi spazi e vapori e umidità sono all’ordine del giorno.

La situazione diventa ancora più grave quando la possibilità di areare il locale è minima, per esempio in un bagno cieco o se si hanno a disposizione solo piccole finestrelle.

La muffa in casa non è solo antiestetica, ma può essere molto pericolosa, in quanto rende l’aria malsana e aumenta il tasso di umidità. Per risolvere la situazione non è sufficiente prendere in mano un secchio di vernice e tappare il tutto: serve un intervento mirato e consapevole, con dei prodotti pensati appositamente per queste situazioni.

Perché scegliere la vernice antimuffa?

Le vernici resistenti alle muffe hanno al loro interno degli ingredienti antimicrobici, in grado di prevenire la ricomparsa di queste antiestetiche e pericolose macchie. La muffa è un fungo e, in quanto tale, una volta comparsa inizia a impossessarsi della superficie sulla quale si trova, estendendosi velocemente. Oltre a scolorire il muro, attacca cartongesso e legno, fino a creare nel tempo significativi danni alla struttura.

La sua presenza può portare anche conseguenze alle persone che vivono in quell’ambiente, che rischiano di manifestare asma, bronchite, eruzioni cutanee e altro.

La scelta di una vernice antimuffa permette di prevenire tutto questo, proteggendo i muri della propria casa in maniera tanto semplice quanto efficace. Data l’importanza di questo tipo di applicazione, è importante non accontentarsi di prodotti eccessivamente economici o di dubbia qualità. Gli antimuffa devono essere efficaci e sicuri, in modo tale da evitare di trovarsi con lo stesso problema a distanza di poco tempo.

Prima di applicare il prodotto è essenziale pulire bene la parete dal fungo con sostanze adatte allo scopo. A questo punto è bene aspettare almeno 48 ore con le finestre aperte, al fine di rendere l’aria nuovamente respirabile. Applicare una vernice, anche resistente alla muffa, sopra la muffa stessa, non farà altro che peggiorare il problema.

In quali aree usare una vernice resistente alle muffe?

Le aree che necessitano maggiormente di una vernice antimuffa sono quelle più soggette all’umidità, come ad esempio il bagno e la cucina.

Anche gli scantinati sono luoghi nei quali la muffa può crescere rapidamente, ma potenzialmente nessuna parte della casa è salva da questo rischio.

La cosa migliore da fare è osservare bene tutte le pareti, soprattutto negli angoli, identificando dove siano presenti le classiche macchiette nere, o lo siano state in passato.

La muffa non è causata però solo dai vapori: possono esserci vari problemi alla base, per questo motivo è bene indagare con attenzione altri segnali oltre alle zone nere sui muri:

  • indebolimento della parete o un suo cedimento
  • piastrelle sollevate o staccate
  • intonaco corroso
  • battiscopa e pavimenti danneggiati
  • cattivo odore persistente


Agire in maniera tempestiva è importante per avere i migliori risultati in breve tempo.

La muffa è un problema comune e la sua persistenza dipende esclusivamente dal tipo di intervento che viene messo in atto. Avere una casa priva di questo ospite indesiderato è possibile e un buon antimuffa ne evita la successiva comparsa.

condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram