You are here:
ringhiera

Come verniciare una ringhiera

Quando si è stanchi di vedere una ringhiera arrugginita o con vernice screpolata, la soluzione per renderla esteticamente presentabile esiste. Prevede l’uso di alcuni attrezzi e materiali di qualità oltre che un minimo di abilità nel fai da te. A tale proposito, ecco una serie di utili suggerimenti per portare a buon fine il lavoro di verniciatura di una ringhiera.

Pulire e levigare la ringhiera

Per portare a buon fine il lavoro di verniciatura di una ringhiera é necessario attenersi ad una serie di passaggi. In primo luogo si tratta di usare una semplice soluzione di acqua per pulire abbastanza bene la ringhiera e rimuovere qualsiasi residuo di vecchia vernice. Il primer successivamente applicato aderisce perfettamente. In secondo luogo, dopo aver asciugato la ringhiera, si può procedere con la fase di levigatura. Meglio optare per della tela abrasiva, specie se si intende rinunciare ad uno strumento elettrico in quanto piuttosto rumoroso. Una volta terminata la fase di carteggio, conviene strofinare ogni singolo centimetro della ringhiera con un panno leggermente umido per rimuovere ogni residuo di polvere generata dall’abrasione del metallo.


Occorrente necessario per verniciare una ringhiera:

Applicare un primer e la vernice sulla ringhiera

Una volta preparata la superficie della ringhiera, si può procedere con l’applicazione di un primer antiruggine. Prima, però, meglio utilizzare della carta gommata per proteggere eventuali fregi e modanature in bronzo presenti sulla struttura. Questo nastro adesivo serve tra l’altro anche per evitare di imbrattare le pareti laterali specie se appena tinteggiate. Premesso ciò, va altresì aggiunto che il primer è indispensabile in quanto contiene sostanze antiruggine. Per quanto riguarda l’applicazione del prodotto in genere una mano è sufficiente, ma se si opta per una seconda è sicuramente meglio. Lo scopo del primer è infatti quello di aiutare la vernice finale ad aderire sulla superficie.

Una volta portata a buon fine anche questa operazione, si può procedere con l’utilizzo della vernice del colore scelto applicandola come di seguito descritto. Il concetto è piuttosto semplice; infatti, si inizia con la parte inferiore di ogni ringhiera, dopodiché ci si sposta sui laterali e infine si termina con la zona superiore. In ogni caso è opportuno prestare attenzione ad eventuali gocciolamenti della vernice. Utilizzare un pennello delle giuste dimensioni e di buona qualità è sicuramente importante per evitare che ciò accada.

Terminata la prima passata di vernice su tutta la superficie della ringhiera, dopo qualche ora si può provvedere con una seconda mano. Prima però controllate se ci sono eventuali e antiestetiche bollature o colature. In tal caso della tela abrasiva è sufficiente per eliminarle. A lavoro ultimato, se la ringhiera è esposta costantemente alle intemperie, per rendere duratura la tinteggiatura, si può optare anche per del flatting protettivo.

condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram