You are here:

Feng shui: quali colori per la cucina

Una buona energia feng shui nella cucina è molto importante poiché la parola che letteralmente significa vento e acqua, è un concetto tradizionale cinese che collega il destino dell’uomo al suo ambiente e mira a garantire che le persone vivano in armonia con l’ambiente circostante. In riferimento a quanto sin qui premesso, ecco quali colori scegliere per la cucina all’insegna della cultura feng shui.

Perché è importante il fengh shui in cucina?

Ottimizzare il concetto di feng shui in tutta la casa è importante ed ancora di più in cucina, poiché è il luogo da cui nasce una buona e sana alimentazione. Premesso ciò per scegliere i colori maggiormente adatti a questo ambiente, è usare proprio quelli feng shui che sono diversi per ogni tipologia di cucina; infatti, la scelta si basa sui cinque elementi ben distinti tra loro. Naturalmente, ci sono molti passaggi per creare una buona cucina feng shui: dall’aria fresca e quindi con una buona illuminazione con lampade a luce bianca al miglior posizionamento del forno. Premesso ciò, in questo post ci soffermiamo in modo particolare sul potere magico del colore e su come scegliere la migliore cucina. Per fare alcuni esempi si potrebbe optare per nuove piastrelle, controsoffitti, armadi o pavimenti cercando di abbinarli a vivaci o piccoli oggetti decorativi appropriati e già presenti nell’ambiente elettrodomestici compresi. Inoltre si possono anche utilizzare forme specifiche tipiche del feng shui e con dei colori tali da rendere l’energia ancora più forte. Se dunque si possiede una cucina esposta a est, questa zona del feng shui è responsabile dell’energia della salute e della famiglia. L’elemento da supportare è in tal caso il legno che si richiama ai colori dell’acqua e agli elementi della terra ovvero marrone e verde tra le tonalità principali, passando per quelle aggiuntive come il nero, il blu, il color sabbia e il beige o ancora optare per altre (limitate) tipo il rosso, l’arancione, il viola, il giallo intenso e il grigio chiaro.

Decorazione consigliata per ottimizzare il feng shui in cucina

A parte la scelta di piastrelle, mobili e componenti di arredo tipici di una cucina, per renderla in sintonia con il concetto di feng shui è importante saper scegliere anche i colori degli oggetti di decoro. Erbe e piante in vasi di terracotta o legno, specchi di forma rettangolare, ondulata o quadrata, sono alcuni esempi in merito. Detto ciò, va altresì aggiunto che una cucina esposta a sud-est si trova secondo la cultura cinese si trova in un contesto che si rivela sinonimo di denaro e abbondanza, quindi affinché il contesto esprima l’energia della ricchezza, i colori e gli elementi feng shui sono esattamente gli stessi di una cucina esposta a est poiché condividono il medesimo elemento ovvero il legno. In questo caso va tuttavia sottolineato che conviene rinunciare completamente a colori dell’energia del fuoco, poiché quest’ultimo nel feng shui è considerato distruttivo del legno. Infine per quanto riguarda dipinti e similari quelli appropriati sono immagini di acqua (cascate, oceani, fiumi, ecc.), paesaggi lussureggianti ovvero espressioni di ricchezza che parlano al cuore e sono quindi appropriate ad un contesto armonioso come la cucina. I colori migliori per questa tipologia di ambiente creato in base al feng shui sono anche in questo caso ispirati all’elemento terra, quindi il beige, la tonalità sabbia, il giallo e il colore burro chiaro, mente tar quelli aggiuntivi vale la pena citare il rosso (da limitare), l’arancione, il giallo, il rosa, il magenta e il viola.

condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram